Costo registrazione marchio

di Stefania Russo Commenta

Il marchio, ovvero il segno che consente di distinguere i prodotti o i servizi di una data impresa, svolge un ruolo importantissimo...

Il marchio, ovvero il segno che consente di distinguere i prodotti o i servizi di una data impresa, svolge un ruolo importantissimo nelle strategie di marketing e promozione del nome di un’azienda, influendo anche sulla sua reputazione. Ne deriva quindi che per un’impresa è molto importante registrare il marchio presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM), in quanto tale registrazione offre una maggiore protezione, soprattutto in caso di conflitto con un marchio identico o simile.

I costi per registrare il proprio marchio aziendale variano a seconda che tale segno distintivo venga registrato solo in Italia, in ambito comunitario o in ambito internazionale.


In particolare, in caso di registrazione del marchio in Italia occorre pagare la tassa di concessione governativa di 101,00 euro che comprende un unica classe, per ogni ulteriore classe aggiuntiva occorre pagare altri 34,00 euro. A questo bisogna aggiungere poco più di 40 euro per i diritti di segreteria della Camera di Commercio presso cui si effettua il deposito e una marca da bollo da 14,62 euro.

In caso di registrazione del marchio in ambito comunitario occorre invece pagare tasse per circa 900 euro, che comprendono tre diverse classi. Per ciascuna classe aggiuntiva oltre le prime tre occorre invece pagare 150 euro.

Per la registrazione di un marchio internazionale i costi variano invece in base ai diversi Paesi. Anzitutto è richiesta una tassa di concessione governativa di 135 euro, a cui bisogna aggiungere diritti di segreteria per 43,00 euro e una marca da bollo da 43,86 euro. A tali importi occorre poi aggiungere tasse internazionali che variano in base al numero di Stati designati ed in base al numero delle classi.

I costi sopra indicati non comprendono gli eventuali costi di consulenza da sostenere qualora la registrazione venga effettuata mediante un professionista.

Rispondi