Contributo al SISTRI

di Giuseppe Aymerich 2

I soggetti iscritti al SISTRI (per obbligo o per libera scelta) sono tenuti a versare un contributo su base annuale per sostenere il sistema telematico di gestione dei rifiuti..

I soggetti che hanno sottoscritto una iscrizione al SISTRI (per obbligo o per libera scelta) sono tenuti a versare un contributo su base annuale per sostenere il sistema telematico di gestione dei rifiuti.
Il calcolo dei contributi è differenziato in relazione alla categoria di soggetto interessato. Rinviando al sito ufficiale del SISTRI per gli approfondimenti, analizziamo il discorso per quanto riguarda la tipologia più importante, quella dei produttori.


L’entità del contributo dovuto varia a seconda del numero dei dipendenti interessati. Se l’impresa produce rifiuti pericolosi, la quota annuale è pari a 120 euro fino a dieci dipendenti, 180 euro fino a cinquanta, 300 euro fino a duecentocinquanta, 500 euro fino a cinquecento e 800 euro per le imprese che contano da cinquecentouno dipendenti in su.

Se il produttore produce soltanto rifiuti non pericolosi, invece, il contributo è ridotto alla metà; se si producono sia rifiuti pericolosi che non pericolosi, tuttavia, si applica la quota intera.
Se l’impresa opera su più sedi produttive, il calcolo va eseguito distintamente per ogni unità locale (la sede legale è interessata solo se, a propria volta, in essa sono prodotti rifiuti).


Il pagamento deve avvenire in via anticipata, subito dopo l’iscrizione al SISTRI, utilizzando un bollettino di conto corrente postale oppure impiegando un bonifico bancario. Nella causale dell’operazione, fra le altre informazioni, occorrerà precisare il numero della pratica che era stato attribuito all’azienda al momento della sua iscrizione.

Soltanto una volta eseguito il pagamento del contributo, il soggetto interessato riceverà i dispositivi elettronici necessari per connettersi al sistema telematico di gestione dei rifiuti.

Commenti (2)

  1. sono un commerciante di vernici con vendita al dettagli e ingrosso con dosatori di smalti per carrozzeria e edilizia con un coadiuvante in totale siamo 2 addetti.chiedo cortesemente di avere dei chiarimenti per il sistri se siamo obbligati oppure non siamo obbligati all’iscrizione e quello che comporta

  2. salve,
    chi come me, già da qualche anno ha cominciato a pagare annualmente l’ iscrizione al SISTRI (nonostante l’ inefficienza), potrà recuperare i soldi quando questo progetto sarà abbandonato?

Rispondi