Compilare il modello S1 ~ 3°parte

di Giuseppe Commenta

Continua la guida sulla compilazione del Modello S1 [ 3° PUNTATA ].

Guida alla compilazione del modello S1 - 3°parte

La compilazione del Modello S1 prosegue con il quinto riquadro, dedicato all’indicazione della sede legale, così come definita all’interno dell’atto costitutivo dell’ente.

In coda al riquadro è richiesto esplicitamente di specificare se in essa sono ubicati gli “uffici direttivi, amministrativi è gestionali dell’impresa”; in caso di risposta negativa, occorrerà allegare un Modello UL con la segnalazione della sede effettiva.

L’indicazione della sede legale, oltre ai dati più intuitivi (città, via ecc.), comprende anche la meno scontata specificazione dello Stato – utile soprattutto nel caso di compilazione da parte della filiale italiana di una società straniera – e dei recapiti di telefono, mail e fax.




Il Riquadro n. 6, invece, dedica spazio alla durata dell’ente. Sebbene la legge imponga questo dato all’interno dell’atto costitutivo della maggior parte delle società, in realtà esso non rappresenta un elemento indispensabile, poiché in caso di sua assenza interviene la legge stessa con disposizioni suppletive.

Per questi motivi, il riquadro consente la barratura di numerose ipotesi (data esatta di scadenza del contratto sociale, durata illimitata o indeterminata, ipotesi del rinnovo ogni ‘n’ anni); deve essere inoltre precisato se è prevista l’ipotesi di proroga tacita.

Nel riquadro successivo, invece, l’argomento è dato dalla data di scadenza degli esercizi, distinguendo fra il primo e i successivi. Come noto, l’esercizio sociale deve avere una durata pari a 365 giorni, salvo il primo che può avere eccezionalmente una durata minore: questo consente di chiudere il primo anno al 31 dicembre in modo che gli esercizi successivi possano coincidere con l’anno solare.

Bisogna inoltre indicare se lo statuto prevede una proroga per l’approvazione del bilancio rispetto al termine legale di quattro mesi: la legge lo consente in casi specifici (per esempio, le società di capitali possono adottare il termine prolungato di sei mesi nelle particolari ipotesi di cui all’art. 2364 cod.civ.)

Giuseppe

Rispondi