Guasto ADSL non costituisce danno da digital divide

di Vito Verna 1

Qualora, dunque, l'Internet Service Provider fornitore della connessione internet ADSL non sia ligio ai propri doveri contrattuali, inerenti, essenzialmente, la velocità e la costanza nell'erogazione del servizio, l'utente truffato potrà rivalersi sull'ISP fraudolento semplicemente inoltrando un richiamo formale

Guasto ADSL non costituisce danno da digital divide

Nonostante una connessione ad internet sufficientemente efficiente ed adeguatamente veloce sia ormai divenuta di fondamentale importanza per la quasi totalità delle imprese e delle aziende italiane nonché, naturalmente, per la quasi totalità delle scuole, degli ospedali, degli uffici, delle pubbliche amministrazione e dei cittadini stessi il guasto dell’ADSL, pur direttamente imputabile all’Internet Service Provider fornitore del servizio e non già, dunque, alla negligenza dell’utente piuttosto che ai gravi problemi dei quali soffrirebbero le infrastrutture italiane, non è ancora considerato, dalla normativa attualmente vigente, un vero e proprio danno da digital divide o, in altri termini, da disuguaglianza digitale.

VADEMECUM ESET PER LA SCELTA DELLA PASSWORD

Qualora, dunque, l’Internet Service Provider fornitore della connessione internet ADSL non sia ligio ai propri doveri contrattuali, inerenti, essenzialmente, la velocità e la costanza nell’erogazione del servizio, l’utente truffato potrà rivalersi sull’ISP fraudolento semplicemente inoltrando un richiamo formale al quale l’azienda di telecomunicazioni coinvolta potrà rispondere proponendo al cliente il rimborso delle spese sino a quel momento sostenute piuttosto che lo scioglimento consensuale del contratto.

ORGANIZZARE GLI APPUNTAMENTI AZIENDALI CON SCHEDULONCE

Nel caso in cui, però, le continue interruzioni del servizio, erogato a singhiozzo in ben più di un’occasione, causino al cliente un vero e proprio danno economico, derivante dall’impossibilità di connettersi ad internet per l’espletamento delle più differenti formalità burocratiche, non sarebbe attualmente prevista alcuna forma di risarcimento danni giacché, come anticipato in apertura, ancora non sarebbe stato correttamente codificato dal legislatore il danno da digital device nonostante le esigenze di comunicazione siano ormai a tutti gli effetti da considerarsi veri e propri diritti costituzionali.

RISPARMIARE IN AZIENDA GRAZIE ALLA TECNOLOGIA

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

  1. In attesa che venga codificato il danno da digital divide per i disservizi della linea adsl e voce sono riconosciuti degli indennizzi che coprono una vasta gamma di guasti, anche la mancata risposta ai reclami è indennizzabile.

    Gli importi sono stati stabiliti dall’Autorità in sede di definizione della controversia che si instaura dopo aver promosso il tentativo di conciliazione. Infatti è obbligatorio prima di rivolgersi davanti al Giudice di Pace o davanti al Tribunale esperire il procedimento di conciliazione.

    In alcune decisioni l’Autorità ha calcolato indennizzi superiori a quelli stabiliti dalla Delibera considerandoli non vincolanti a fronte di danni economici rilevanti.

    Per sapere la misura degli indennizzi a cui si ha diritto per guasti e/o per disservizi si può utilizzare il servizio del sito http://www.trovatariffe.it/modul/modelli.php e si scarica la domanda da inoltrare al proprio gestore e in caso di mancato riscontro al Co.re.com.

Rispondi