Software Gerico 2013 per gli studi di settore

di Stefania Russo Commenta

L'Agenzia delle Entrate ha reso disponibile sul suo sito internet la versione definitiva del software Gerico 2013...

FRANCE-POLITICS-ECONOMY-RESTAURANTS-HOTELS-LIFESTYLE

L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile sul suo sito internet la versione definitiva del software Gerico 2013, che consente di effettuare il calcolo in merito alla congruità e alla coerenza economica per i 205 studi di settore applicabili nel 2013 per il periodo di imposta 2012.

La nuova versione del software contiene l’aggiornamento che si è reso necessario a seguito delle modifiche agli studi di settore previste dai DDMM 21/04/2013 e 28/04/2013 e dei correttivi legati alla crisi da applicare alle risultanze degli studi di settore approvati con DM 23/05/2012.


Per poter utilizzare Gerico 2013 è necessario avere sull’hard disk 25 MB circa liberi, disporre dell’ambiente di run-time JAVA (versione 1.6), scaricare ed installare sul proprio personal computer l’applicazione. Inoltre, qualora si voglia procedere alla stampa, è necessario avere installato Acrobat Reader sul proprio computer. Per aiutare i contribuenti a risolvere eventuali problemi nel’utilizzo di tale software l’amministrazione finanziaria ha messo a disposizione un servizio di assistenza telefonica al numero verde 800 279 107, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle ore 14.00.

Insieme alla versione definitiva del software Gerico 2013, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul suo sito internet anche i 205 modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore per il periodo di imposta 2012, nonché le relative istruzioni e le modifiche al modello Ine. Riguardo a quest’ultimo (modello di comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’individuazione degli indicatori di normalità economica per l’anno 2012), che è parte integrante di “Unico 2013 – Sp”, la modifica comporta l’inserimento del rigo NS7 denominato “Esistenze iniziali relative a merci, prodotti finiti, materie prime e sussidiarie, semilavorati e ai servizi non di durata ultrannuale”.

Rispondi