Software comunicazioni studi di settore Unico 2011

di Stefania Russo Commenta

Sul sito dell'Agenzia delle Entrate da poche ore è a disposizione dei contribuenti il software mediante il quale...

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate da poche ore è a disposizione dei contribuenti il software mediante il quale potranno essere inviate all’Amministrazione finanziaria informazioni o elementi giustificativi in merito a situazioni di non congruità risultanti dall’applicazione degli studi di settore per l’anno di imposta 2010.

Lo stesso software può inoltre essere utilizzato, sempre in relazione all’anno di imposta 2010, per l‘invio di informazioni utili a determinare la sussistenza di cause di inapplicabilità o di esclusione.

SANZIONI STUDI DI SETTORE DOPO MANOVRA FINANZIARIA 2011

L’invio telematico delle segnalazioni tramite il suddetto software può essere effettuato dal 20 dicembre 2011 al 29 febbraio 2012. Per poter utilizzare il servizio è necessario essere in possesso del codice personale (cosiddetto Pincode) che può essere richiesto direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

RETROATTIVITÀ E PARAMETRI STUDI DI SETTORE

I soggetti in possesso del codice personale, così come pure tutti coloro che lo richiederanno entro un tempo utile, potranno inviare la segnalazione tramite File Internet. La stessa segnalazione potrà essere inviata anche tramite Entratel da parte di coloro che hanno ottenuto l’autorizzazione ad accedere a questo tipo di servizio.

Sullo stesso sito dell’Agenzia delle Entrate è inoltre disponibile un’apposita guida che spiega passo dopo passo come utilizzare il software. Il primo passo è quello di predisporre le segnalazioni da inviare tramite il software “Segnalazioni Studi di Settore Unico 2011”, successivamente occorre trasferire i dati acquisiti nella cartella “trasferiti” che si trova all’interno della cartella di installazione del software, utilizzare le applicazioni File Internet o Entratel per crittografare il file salvato nella cartella “trasferiti” e, infine, inviare telematicamente il file sempre utilizzando le applicazioni File Internet o Entratel. Dopo l’invio il sistema fornirà all’utente una ricevuta che attesta l’esito della trasmissione.

Rispondi