Scaglioni Irpef 2013

di Stefania Russo Commenta

L'Irpef è un'imposta applicata sul reddito delle persone fisiche, in particolare sui redditi da lavoro dipendente e assimilati...

L’Irpef è un’imposta applicata sul reddito delle persone fisiche, in particolare riguarda i redditi da lavoro dipendente e assimilati, i redditi da pensione, i redditi da lavoro autonomo, i redditi di impresa, i redditi derivanti dal possesso di terreni e fabbricati, i redditi di capitale, i redditi da partecipazione in società di persone e i cosiddetti redditi diversi, ad esempio quelli derivanti da attività di lavoro autonomo occasionale.

Per l’anno 2013 la situazione sul fronte delle aliquote e degli scaglioni resta invariata rispetto allo scorso anno, essendo naufragata durante l’iter di approvazione della Legge di Stabilità 2012 l’ipotesi di un taglio per i redditi più bassi.


Riguardo a tale imposta ricordiamo che essa viene applicata su una base imponibile ottenuta sottraendo dal reddito percepito gli eventuali oneri deducibili e attraverso un meccanismo a scaglioni, in base al quale le diverse aliquote non si riferiscono al totale del reddito ma solo alla parte eccedente la soglia dello scaglione precedente. In particolare:

– per i redditi fino a 15.000 euro l’aliquota Irpef è del 23%;
– per i redditi da 15.001 euro a 28.000 euro l’aliquota Irpef è del 27%, ossia 3.450 euro più il 27% sul reddito eccedente i 15.000 euro;
– per i redditi da 28.001 euro a 55.000 euro l’aliquota Irpef è del 38%, ossia 6.960 euro più il 38% sul reddito eccedente i 28.000 euro;
– per i redditi da 55.001 euro a 75.000 euro l’aliquota Irpef è del 41%, ossia 17.220 euro più il 41% sul reddito eccedente i 55.000 euro;
– per i redditi da 75.000 euro in poi l’aliquota Irpef è del 43%, ossia 25.420 euro più il 43% sul reddito eccedente i 75.000 euro.

Rispondi