Scadenza versamento acconto per il pagamento delle imposte

di Francesco Di Cataldo Commenta

Come noto, ognuno può scegliere se versare gli acconti sulla base del metodo storico (ricavando cioè i valori..

In vista della scadenza del primo dicembre (poiché il 30 novembre è domenica), viene il momento per i contribuenti di cominciare a fare i calcoli per verificare se e in che misura sono tenuti a versare acconti riferiti al periodo d’imposta in corso.

Come noto, ognuno può scegliere se versare gli acconti sulla base del metodo storico (ricavando cioè i valori dalla dichiarazione per l’anno precedente) oppure di quello previsionale (basato cioè sul prefigurare l’ammontare esatto del debito d’imposta che si formerà nel 2008, e su quello calcolare gli acconti).


Il metodo previsionale può essere più conveniente, ma presenta l’ineliminabile inconveniente del rischio che le previsioni si rivelino errate.

In particolare, se risulta che quanto versato su base previsionale è inferiore sia di quanto si sarebbe dovuto versare su base storica che di quanto si sarebbe dovuto versare se le previsioni fossero state formulate correttamente, il contribuente subisce una sanzione del 30% calcolata sulla differenza fra quanto effettivamente dovuto e quanto versato.

Salvo casi eccezionali, dunque, è preferibile utilizzare il metodo storico.
Gli acconti, per l’esattezza, riguardano l’imposta sui redditi, l’IRAP e i contributi previdenziali verso l’INPS. In tutti i casi, essi devono essere versati in unica soluzione entro la scadenza, senza possibilità di rateazioni o dilazioni.


Per quanto riguarda l’IRPEF, l’acconto complessivamente dovuto è pari al 99% del debito d’imposta risultante dalla precedente dichiarazione dei redditi. Occorre dunque osservare l’ammontare indicato nel Rigo RN30 del Modello UNICO2008, purché sia un valore positivo e pari ad almeno 52 euro, e determinare il 99% di tale somma.

Il 40% dell’acconto andava versato entro il 16 giugno (salva la possibilità di rateizzare la somma fino a sei rate mensili), mentre il restante 60% è proprio il valore da versare entro la scadenza citata.

Rispondi