Scadenza presentazione modello 730 2011 integrativo

di Filadelfo Scamporrino Commenta

I termini per la presentazione del modello 730/2011, da parte dei lavoratori dipendenti e dei pensionati, sono scaduti da un bel pezzo. Pur tuttavia, in caso di errori, sviste o dimenticanze, si può ancora rimediare.

I termini per la presentazione del modello 730/2011, da parte dei lavoratori dipendenti e dei pensionati, sono scaduti da un bel pezzo. Pur tuttavia, in caso di errori, sviste o dimenticanze per cui le tasse pagate sono superiori al dovuto, il Fisco permette di correggere il tutto andando a presentare un nuovo modello, il cosiddetto “Modello 730 Integrativo”.

Al riguardo, chi deve correggere nel 730 errori, sviste o dimenticanze, deve affrettarsi visto che l’ultima data utile è quella del 25 ottobre del 2011; entro tale data, in particolare, occorre presentare il Modello 730 Integrativo ad un Centro di Assistenza Fiscale (Caf), oppure ad un intermediario abilitato, ad esempio il proprio commercialista di fiducia.



COME CORREGGERE ERRORI 730

Ad esempio, il contribuente deve presentare il Modello 730 Integrativo quando ha presentato la dichiarazione e si è dimenticato di portare in detrazione delle spese, oppure degli oneri deducibili. Non presentando il Modello 730 Integrativo, infatti, il contribuente non può scaricare le spese ammissibili che generano un credito di imposta a suo favore.

NOVITA’ MODELLO 730 2011

Inoltre, il Modello 730 Integrativo, tra i casi previsti, deve essere presentato dal contribuente anche nel caso in cui nel modello siano stati riportati dei dati errati per quel che riguarda il sostituto d’imposta incaricato ad effettuare le operazioni di conguaglio. Anche questo, infatti, rappresenta un caso per cui il contribuente, presentando il Modello 730 Integrativo, può beneficiare di un minor debito fiscale o di un maggior rimborso fiscale che, lo ricordiamo, per i lavoratori dipendenti e per i pensionati viene direttamente accreditato in busta paga o sul cedolino della pensione.

Rispondi