Scadenza 730 2013 slitta al 10 giugno 2013

di Stefania Russo Commenta

Attraverso un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri datato 29 maggio 2013, che sarà pubblicato a breve in Gazzetta Ufficiale...

ITALY-TAX-ILLUSTRATION

Attraverso un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri datato 29 maggio 2013, che sarà pubblicato a breve in Gazzetta Ufficiale, sono stati indicati dei nuovi termini per la presentazione della dichiarazione dei redditi tramite modello 730/2013 ai Caf o ai professionisti abilitati. In particolare, la scadenza per la consegna del modello compilato passa dal 31 maggio 2013 al 10 giugno 2013.

Di conseguenza, sono stati fatti slittare anche i termini entro cui i soggetti che prestano assistenza fiscale dovranno assolvere gli adempimenti successivi.


Nel dettaglio, passa dal 17 al 24 giugno il termine ultimo per la consegna ai contribuenti di copia della dichiarazione elaborata e del prospetto di liquidazione modello 730-3, così come pure è stato spostato dal 30 giugno all’8 luglio il termine ultimo per la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei modelli predisposti e del relativo risultato contabile.

La proroga è stata decisa a fronte di un’esplicita richiesta avanzata dagli stessi professionisti, che in questo periodo si trovano a dover fronteggiare una situazione di caos derivante dalla decisione di sospendere il pagamento della rata dell’Imu di giugno 2013, in quanto numerosi contribuenti prima che tale decisione venisse presa avevano già provveduto a pagare l’Imu sulla prima casa portandola in compensazione nel modello 730, pertanto si sono ritrovati costretti a dover ricompilare tale modello.

Con precedente decreto, ricordiamo, era stato prorogato dal 30 aprile al 16 maggio anche il termine ultimo per la presentazione della dichiarazione dei redditi tramite modello 730 2013 al proprio sostituto d’imposta.

Rispondi