Regime fiscale dell’impresa familiare

di Giuseppe Commenta

Se non sono rispettati tali requisiti, l’intero reddito d’impresa proveniente dall’azienda di famiglia è imputato..

regime fiscale delle impresa familiare

Fermi restando i diritti amministrativi e patrimoniali concessi ai familiari dal Codice Civile, perché l’impresa familiare sia riconosciuta da un punto di vista fiscale occorrono diversi requisiti, messi in luce dalla circolare ministeriale n. 98/2000.

Se non sono rispettati tali requisiti, l’intero reddito d’impresa proveniente dall’azienda di famiglia è imputato al titolare, e dunque sarà tassato al 100% in capo a costui.
Innanzitutto, occorre che essa sia stata costituita con atto pubblico o scrittura privata autenticata fin dall’inizio. Se questa forma solenne viene adottata successivamente, essa produce efficacia fiscale solo a partire dall’esercizio seguente.

In secondo luogo, occorre che il singolo familiare non abbia fuori dall’azienda un’attività d’impresa o di lavoro autonomo, e nemmeno che sia dipendente di terzi.
Gli utili sono da ripartirsi fiscalmente secondo la quantità e qualità del lavoro prestato. In tutti i casi, almeno il 51% del reddito è da attribuirsi al titolare.
Secondo le stesse proporzioni, vanno ripartiti i crediti d’imposta o altre agevolazioni fiscali, così come le ritenute d’acconto subite. Al contrario, le eventuali perdite di impresa sono in ogni caso attribuite esclusivamente al capofamiglia.


Per il titolare, il reddito attribuitogli è considerato a tutti gli effetti reddito d’impresa, e seguirà le relative modalità di tassazione, sia ai fini IRPEF che ai fini IRAP. Per i collaboratori appartenenti alla sua famiglia, invece, la relativa quota di utili sarà considerata come reddito di partecipazione.


È molto discusso, e per il momento rimane senza soluzione, il problema della sorta dell’eventuale plusvalenza derivante dalla cessione a terzi dell’azienda o di un ramo di essa. Alcuni sostengono che vada ripartito secondo le consuete proporzioni, mentre altri ritengono che sia esclusivamente da attribuirsi al titolare.

Rispondi