Quando si deve presentare il modello 69

di Stefania Russo Commenta

Il locatore di un immobile ad uso abitativo concesso in locazione che decide di optare per il regime della cedolare secca...

500_casa-contratti

Il locatore di un immobile ad uso abitativo concesso in locazione che decide di optare per il regime della cedolare secca può essere chiamato a presentare il modello 69.

Ad esempio, tale modello deve essere obbligatoriamente compilato e presentato nel caso in cui il locatore decida di registrare un contratto di affitto e contestualmente di optare per il regime della cedolare secca, qualora tale adempimento non sia possibile attraverso il modello telematico Siria a fronte dei limiti di quest’ultimo.


Il modello Siria non consente ad esempio di indicare più di tre locatori, pertanto qualora il numero sia maggiore di tre occorre compilare e presentare il modello 69, registrando pertanto il contratto in modalità cartacea.

Altro caso in cui deve essere presentato il modello 69 è quello in cui il locatore decide di optare per il regime della cedolare secca successivamente alla registrazione del contratto di affitto. In tal caso la presentazione deve avvenire entro 30 giorni dalla scadenza dell’annualità.

Allo stesso modo, occorre presentare il modello 69 qualora il locatore voglia revocare l’opzione della cedolare secca; in caso di trasferimento della proprietà dell’immobile locato; qualora decida di optare per la cedolare secca il comproprietario dell’immobile locato il cui nominativo non sia stato indicato nel contratto di affitto; in caso di proroga del contratto di locazione; per l’esercizio dell’opzione della cedolare secca nel caso della risoluzione del contratto, in quanto ciò comporta la non applicazione dell’imposta di registro dovuta per la risoluzione.

Rispondi