Pagamento imposte in ritardo

di Stefania Russo Commenta

Il mancato pagamento o il pagamento in ritardo delle imposte risultanti dalla dichiarazione dei redditi comporta l'applicazione di una sanzione pari al 30%..

Il mancato pagamento o il pagamento in ritardo delle imposte risultanti dalla dichiarazione dei redditi comporta l’applicazione di una sanzione pari al 30%, a cui vanno poi aggiunti gli interessi legali pari all’1% fino al 31 dicembre 2010 e all’1,50% dal 1° gennaio 2011.

E’ però prevista una sanzione ridotta nel caso in cui il pagamento avviene entro trenta giorni dalla scadenza. In questo caso, infatti, la sanzione è pari al 2,5% della somma dovuta più gli interessi legali maturati fino a quel momento.


Uno sconto è previsto anche nel caso in cui la regolarizzazione avviene oltre i trenta giorni ma entro un anno dalla scadenza, in questo caso la sanzione sarà infatti pari al 3% della somma dovuta fino al 31 gennaio 2011 e al 3,75% dal 1° febbraio 2011, oltre ovviamente agli interessi legali maturati fino a quel momento.

Le suddette sanzioni vengono applicate ad ogni tipologia di ritardo nel pagamento delle imposte risultanti dalla dichiarazione dei redditi, le più importanti e anche le più frequenti sono quelle che riguardano i pagamenti a saldo o in acconto risultanti dalla dichiarazione dei redditi o dalla dichiarazione Iva.

Rispondi