Nuova versione modello Iva TR

di Filadelfo Scamporrino Commenta

A valere sul periodo da gennaio a marzo del prossimo anno, ovverosia sul primo trimestre 2012, l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione online, sul proprio sito Internet, la nuova versione del modello Iva TR.

A valere sul periodo da gennaio a marzo del prossimo anno, ovverosia sul primo trimestre 2012, l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione online, sul proprio sito Internet, la nuova versione del modello Iva TR tenendo conto delle ultime novità relative all’imposta sul valore aggiunto.

Stiamo in particolare parlando dell’aumento dell’aliquota Iva ordinaria, dal 20% al 21%, che è entrato in vigore lo scorso 17 settembre. Nel frattempo, per la compensazione o per il rimborso del credito trimestrale Iva, pur cambiando l’aliquota, non cambia comunque il modello TR.



PROROGA COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA

A farlo presente con una risoluzione, la numero 96/E, pubblicata nella giornata di ieri, mercoledì 28 settembre del 2011, è stata proprio l’Amministrazione finanziaria dello Stato che, di conseguenza, in merito all’attuale modello TR ha fornito indicazioni sulle modalità con cui devono essere indicate sia le operazioni attive, sia quelle passive.

IVA DAL 20% al 21% DA SABATO 17 SETTEMBRE 2011

A valere sul corrente trimestre, il terzo del 2011, le operazioni attive e passive che scontano l’Iva maggiorata, al 21%, sono chiaramente quelle che decorrono dal 17 settembre del 2011. Ebbene, in merito l’Agenzia delle Entrate ha precisato che sia gli imponibili, sia l’imposta, devono essere indicati nei righi che corrispondono all’aliquota al 20%, mentre l’eventuale differenza di imposta, pari all’1%, relativa ad attivi o passivi dal 17 settembre del 2011, deve essere indicata nei righi in corrispondenza dei quali nel modello Iva TR vengono esposti sia gli arrotondamenti, sia le variazioni. Dal prossimo anno, invece, come sopra accennato, scatterà il “restyling” del modello Iva TR tenendo conto dell’aumento dell’aliquota Iva ordinaria.

Rispondi