Novità deduzione assicurazione auto 2013

di Stefania Russo Commenta

A fronte delle novità introdotte dalla riforma del mercato del lavoro (l'articolo 4, comma 76 della legge 92/2012)...

soldi

A fronte delle novità introdotte dalla riforma del mercato del lavoro (l’articolo 4, comma 76 della legge 92/2012) per finanziare gli interventi contenuti nella riforma stessa, a partire da questa’anno, ovvero dalla dichiarazione dei redditi presentata nel 2013 in relazione all’esercizio 2012, le deduzioni relative all’RC auto saranno minori.

In particolare, il contributo Ssn, ossia la quota del premio Rc-auto dovuta per finanziare il Servizio sanitario nazionale, non è più interamente deducibile dal reddito imponibile, potendo essere dedotta soltanto la parte che supera i 40 euro. Al contrario, se la soglia dei 40 euro non viene oltrepassata, la deduzione non è più consentita.


Ne deriva quindi che la maggior parte delle persone che si trovano a pagare un premio assicurativo piuttosto basso, o per la categoria di appartenenza, perchè abitano in un Comune a basso rischio dal punto di vista assicurativo o perchè possiedono un’auto di bassa cilindrata, non potranno più portare in detrazione alcuna somma.

In particolare, il contributo Ssn ammonta al 10,50% del premio Rc auto, ne deriva quindi che si arriva al nuovo limite di 40 euro solo se si paga un premio oltre i 380,92 euro. Per capire se spetta o meno la detrazione basta verificare l’ammontare del contributo Ssn, chiaramente evidenziato nella polizza e nella quietanza di pagamento. Basta quindi verificare se il suo importo supera i 40 euro e in tal caso sottrarre dal suo ammontare la franchigia di 40 euro, ottenendo così la cifra deducibile.

Rispondi