Modello 730 rettificativo o integrativo, la scadenza del 25 ottobre

di Fabiana Commenta

Ancora pochi giorni a disposizione per poter presentare il modello 730 integrativo o rettificativo: la scadenza per coloro che non si sono accorti di aver commesso omissioni o errore nella dichiarazione dei redditi o che non hanno effettuato proprio la dichiarazione, è fissato per il prossimo 25 ottobre. 

tasse, modello 730/2017, spese sanitarie 2017

Il modello 730 rettificativo, che va a rettificare qualcosa di precedentemente presentato, deve essere presentato da chi ha prestato assistenza al momento della compilazione nel momento in cui si registrino errori di calcolo nel modello 730 che era stato presentato lo scorso luglio. 

Il modello 730 integrativo, che integra la precedente dichiarazione, deve essere invece presentato nel momento in cui accorga che, nonostante la dichiarazione sia stata compilata e presentata correttamente, si è dimenticato di esporre gli oneri deducibili o detraibili.

Per rimediare, il contribuente ha la possibilità di poter entro il 25 ottobre un modello 730 integrativo rivolgendosi a un intermediario, o il Caf o un professionista indipendentemente dalla modalità di presentazione del primo modello 730.

In alternativa può anche presentare un modello Redditi Persone fisiche entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta successivo.

MODELLO 730, LA CONSEGNA ENTRO IL 24 LUGLIO. 

E nei casi di omessa dichiarazione dei redditi o di inserimento di oneri deducibili o detraibili in misura superiore a quella che realmente spetta, il contribuente può solo  presentare un modello Redditi Persone fisiche pagando direttamente le somme dovute compresa anche la differenza rispetto all’importo del credito che risulta dal dal modello 730 e che sarà regolarmente  rimborsato dal sostituto d’imposta.

 

photo credits | thinsktock

Rispondi