Guida all’ICI: l’aliquota e la base imponibile

di Giuseppe Aymerich Commenta

Definiti quali immobili sono esenti da ICI, per esclusione individuiamo quelli che invece danno luogo all’imposta, calcolata mediante..

Definiti quali immobili sono esenti da ICI, per esclusione individuiamo quelli che invece danno luogo all’imposta, calcolata mediante la moltiplicazione fra l’aliquota e la base imponibile.

In merito all’aliquota, essa può oscillare fra lo 0,4% e lo 0,7%: sarà poi il Comune a decidere il valore preciso, eventualmente differenziando per tipologia di immobile o per categoria di soggetto passivo.


La base imponibile, invece, si calcola secondo tre metodi diversi a seconda che l’immobile consista in un fabbricato, in un terreno agricolo o in un terreno edificabile; per distinguere queste due ultime tipologie, si fa riferimento ai piani urbanistici al momento in vigore.
Le pertinenze (come giardini o box) si considerano come parte integrante dell’immobile cui afferiscono, anche se dotati di rendita catastale autonoma.


Per quanto riguarda i fabbricati, si parte dalla rendita catastale e la si rivaluta del 5%; dopodiché, si moltiplica il risultato per un coefficiente, differente per classe catastale dell’immobile considerato. Questo fattore è pari a 140 per i fabbricati di classe B (magazzini, laboratori ecc.), a 50 per i fabbricati di categoria A/10 (uffici) e dell’intera classe D (alberghi, teatri, banche ecc.) e a 34 per i fabbricati catalogati C/1 (negozi). In tutti gli altri casi, il moltiplicatore è pari a 100.

Per le aree agricole, la base imponibile si determina partendo dal reddito dominicale determinato catastalmente, rivalutandolo del 25% e moltiplicandolo per il coefficiente 75. Da notare che se il terreno è condotto da un coltivatore diretto si ha diritto ad uno sconto sull’aliquota calcolato secondo un complesso sistema a scaglioni.

Nelle aree fabbricabili, infine, la base imponibile è pari al valore venale di comune commercio del terreno. Chiaramente questa definizione è imprecisa e soggettiva, ed è facilmente oggetto di controversie fra il contribuente e il Comune.

Rispondi