Dichiarazione prevalente destinazione abitativa condominio

di Stefania Russo Commenta

Per i lavori di ristrutturazione edilizia, di restauro e risanamento conservativo e per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria...

Per i lavori di ristrutturazione edilizia, di restauro e risanamento conservativo e per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria effettuati su immobili a prevalente destinazione abitativa è prevista l’applicazione dell’Iva agevolata al 10% sia sul costo dei lavori che su quello dei materiali utilizzati, purché questi vengano forniti dalla stessa impresa che si occupa della realizzazione dei lavori e purché questi non abbiano un valore significativo nell’ambito dell’intervento inteso nel suo complesso.


Per ottenere questa agevolazione fiscale è necessario compilare il modello di autocertificazione Iva ristrutturazioni e consegnarlo alla ditta che ha eseguito i lavori.

Quando tali interventi riguardano un condominio può però accadere che l’impresa chiamata ad eseguirli richieda, ai fini dell’applicazione dell’Iva agevolata, un’autocertificazione mediante la quale l’amministratore di condominio dichiara sotto la propria responsabilità che l’immobile è a prevalente destinazione abitativa. Di seguito un esempio di dichiarazione di prevalente destinazione abitativa di un condominio.

[LEGGI] IVA AGEVOLATA RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA E LAVORI DI MANUTENZIONE


FAC SIMILE DICHIARAZIONE DI PREVALENTE DESTINAZIONE ABITATIVA DI UN CONDOMINIO

Spett. …

Via

Cap Città

Oggetto: dichiarazione di responsabilità per applicazione Iva ridotta

Il/La sottoscritto/a … nato/a a … (…) il …. e residente a …. in via …. codice fiscale …, in qualità di amministratore del condominio … situato a … (…) in via …., consapevole delle sanzioni penali previste dall’art.76 del D.P.R. n. 445 del 28.12.2000 in caso di dichiarazioni mendaci o non veritiere

DICHIARA

che i lavori di … (es. manutenzione ordinaria, ristrutturazione edilizia, ecc.) eseguiti sull’immobile sopra citato rientrano in quelli per i quali la legge prevede la possibilità di applicare l’aliquota Iva agevolata in quanto il fabbricato è a prevalente destinazione abitativa. Pertanto

CHIEDE

che in sede di fatturazione venga applicata l’aliquota Iva del 10% sui corrispettivi dovuti per la realizzazione dei lavori e la fornitura dei materiali.

Cordiali saluti

Luogo e data

Firma

Rispondi