Detrazioni IMU sempre più a rischio

di Vito Verna Commenta

Le detrazioni IMU, a causa del decreto semplificazione, del decreto liberalizzazione e della riforma fiscale potrebbero essere mese seriamente a rischio.

Sia il decreto semplificazioni che il maxiemendamento al decreto liberalizzazioni, in questi giorni alla discussione sia del Governo Monti che di entrambe le Camere del Parlamento, starebbero lasciando trapelare, giorno dopo giorno, l’inadeguatezza e, soprattutto, l’impossibilità di applicazione della manovra salva-Italia e, in particolare, di alcuni provvedimenti della succitata normativa quali le detrazioni, possibili per ogni contribuente, sull’Imposta Municipale Unica, o IMU, dovuta sulla prima casa.

NOVITA’ IMU 2013

Se, infatti, sino ad ieri il governo avrebbe rassicurato, in più occasioni, la cittadinanza sulla possibilità di ottenere uno sconto sull’IMU pari al 100% (teoricamente godibile dal 33% della popolazione italiana), oggi avrebbe fatto decisamente marcia indietro arrivando a sostenere come le finanze dello Stato Italiano siano insufficienti a coprire e sostenere sia le politiche fiscali espansive che le politiche fiscali restrittive ideate dal governo.

DETRAZIONE IMU

A saltare, naturalmente, saranno le prime e, dopo il dietro front di stamane sulle liberalizzazioni, che andranno ad aiutare, piuttosto che, appunto, a liberalizzare, la categoria professionale dei tassisti, il Governo Monti avrebbe deciso di eliminare due importanti agevolazioni fiscali relative all’Imposta Municipale Unica quale la riduzione, pari al 50%, delle base imponibile degli immobili cosiddetti inagibili, sia la rateizzazione delle somme iscritte a ruolo con la possibilità, per il contribuente fallace, di avviare un nuovo processo di rateizzazione.

Rispondi