Detrazione spese riparazione veicoli disabili

di Stefania Russo Commenta

Le agevolazioni fiscali ai disabili per l'acquisto dell'auto -ossia l'Iva agevolata al 4%, l'esenzione dal pagamento...

Le agevolazioni fiscali ai disabili per l’acquisto dell’auto – ossia l’Iva agevolata al 4%, l’esenzione dal pagamento del bollo auto e lo sconto sull’Irpef del 19% per un importo non superiore a 18.076 euro – sono riconosciute alle seguenti categorie di soggetti: non vedenti e sordi; disabili con handicap psichico e mentale a cui è stata riconosciuta l’indennità di accompagnamento; disabili con gravi limitazioni alla deambulazione o pluriamputati; disabili con ridotte o impedite capacità di movimento.

VERSAMENTO IVA VENDITA AUTO DISABILI

Oltre a tali agevolazioni fiscali, i soggetti che rientrano nelle categorie sopra citate possono usufruire della detrazione delle spese sostenute per la riparazione del veicolo acquistato usufruendo degli sconti sopra descritti.

Tale possibilità riguarda però solo le spese di manutenzione straordinaria, sono quindi escluse quelle che rientrano nella manutenzione ordinaria e i cosiddetti costi di esercizio, come ad esempio il cambio olio, il carburante o l’assicurazione.

DOMANDA ESENZIONE BOLLO AUTO DISABILI

La misura della detrazione è del 19%. A riguardo occorre però precisare che tale detrazione spetta nel limite di spesa di 18.075,99 euro, nel quale deve essere compreso sia il costo di acquisto del veicolo che le spese di manutenzione straordinaria relative allo stesso. Ne deriva quindi che minore sarà la cifra a cui è stato acquistato il veicolo e maggiore sarà l’entità della detrazione delle spese di manutenzione straordinaria.

Oltre al limite di spesa, esiste anche un limite temporale: tali spese, infatti, per poter essere detratte devono essere sostenute entro i quattro anni dall’acquisto.

Rispondi