Detrazione erogazioni liberali

di Stefania Russo Commenta

Tra le spese detraibili dall'Irpef figurano anche le erogazioni liberali in denaro effettuate a favore elle Onlus in particolare per poter usufruire...

Tra le spese detraibili dall’Irpef figurano anche le erogazioni liberali in denaro effettuate a favore delle Onlus, in particolare per poter usufruire di queste agevolazioni fiscali è necessario che la donazione in denaro sia stata effettuata a favore di organizzazioni non lucrative di utilità sociale inserite nelle apposite anagrafi gestite dalle Direzioni Regionali dell’Agenzia delle Entrate oppure, se si tratta delle cosiddette Onlus di diritto, presso l’albo delle società cooperative presso il Ministero dello Sviluppo economico (cooperative sociali) oppure nell’elenco gestito dal Ministero degli Esteri (Organizzazioni non governative).

DETRAZIONE ADOZIONE A DISTANZA E BENEFICENZA


Di seguito i dettagli delle detrazioni a seconda delle diverse tipologie di erogazioni liberali.

Associazioni di promozione sociale: è consentito detrarre il 19% delle erogazioni in denaro per un importo non superiore a 2.065,83 euro, purchè si tratti di associazioni iscritte nei registri secondo quanto stabilito dalla legge 383/2000

Iniziative umanitarie, religiose e laiche: è consentito detrarre il 19% delle erogazioni in denaro per un importo non superiore a 2.065,83 euro, purchè siano gestite da enti, fondazioni o associazioni individuate dal Dpcm 20/06/2000.

Settore dello spettacolo: è consentito detrarre il 19% delle erogazioni in denaro per un importo non superiore al 2% del reddito dichiarato, purchè effettuate a favore di enti o istituzioni pubbliche e finalizzate alla realizzazione di nuove strutture oppure al restauro e/o al potenziamento di strutture esistenti.

DIFFERENZA TRA DEDUZIONI E DETRAZIONI

Istituiti scolastici: è consentito detrarre il 19% delle erogazioni in denaro finalizzate all’innovazione tecnologica, all’edilizia scolastica e all’ampliamento dell’offerta formativa.

Società di mutuo soccorso: è consentito detrarre il 19% delle erogazioni in denaro per un importo non superiore a 1.291,14 euro.

Attività di rilevante valore culturale o artistico: è consentito detrarre il 19% delle erogazioni in denaro effettuate a favore di enti che svolgono o promuovono attività di studio, di ricerca e di documentazione di rilevante valore artistico o culturale, opure che organizzano e realizzano attività culturali effettuate in base ad apposita convenzione per l’acquisto, la manutenzione, la protezione e il restauro delle cose individuate dal decreto legislativo 42/2004 e dal Dpr 1409/63.

Partiti e movimenti politici: è consentito detrarre il 19% delle erogazioni in denaro per importi compresi tra 51,65 euro e 103.291,38 euro.

Società di cultura La Biennale di Venezia: è consentito detrarre il 19% delle erogazioni in denaro per un importo non superiore al 30% del reddito dichiarato.

Calamità ed eventi straordinari: è consentito detrarre il 19% delle erogazioni in denaro a favore di popolazioni colpite da calamità naturali o da altri eventi straordinari.

Rispondi