Codici cedolare secca modello F24

di Stefania Russo 1

Con la risoluzione n.59/E del 25 maggio 2011 l'Agenzia delle Entrate ha fornito ai contribuenti i codice per la cedolare secca da utilizzare...

Con la risoluzione n.59/E del 25 maggio 2011 l’Agenzia delle Entrate ha fornito ai contribuenti i codici per la cedolare secca da utilizzare per usufruire della tassazione sostitutiva sugli immobili in locazione tramite modello F24 e versare oltre che l’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali comunale e regionale, anche le imposte di registro e di bollo.

La cedolare secca, ricordiamo, è una nuova forma di tassazione del reddito proveniente dalla locazione di immobili ad uso abitativo e della quale i proprietari di immobili concessi in locazione possono usufruire a partire da quest’anno.


La cedolare secca conviene a seconda dei casi, quel che è certo è che semplifica la procedura in quanto chi sceglie di utilizzarla si trova a pagare una sola imposta. L’aliquota applicata è pari al 21%, mentre in caso di contratti di locazione a canone concordato l’aliquota da applicare sarà del 19%.

Con la suddetta risoluzione, dunque, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il versamento della cedolare secca deve essere effettuato indicando nella “Sezione Erario” del modello F24, nella colonna “Importi a debito versati”, i codici:
1840 per la prima rata dell’acconto
1841 per la seconda rata dell’acconto o per l’acconto in unica soluzione
1842 per il saldo (che può essere utilizzato anche nella colonna “Importi a credito compensati”).

Commenti (1)

  1. chi ha piu appartamenti gia registrati e opta per la cedolare secca del 21% deve fare il mod. siria per ogni contratto o versa con un unico mod.f 24 la prima rata comulativa? sarei grato se mi verra risolto questo dubbio in attesa porgo distinti saluti.

Rispondi