Codici cedolare secca Abruzzo

di Stefania Russo Commenta

L'Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 38/E del 4 aprile ha istituito i sue codici per la cedolare secca sugli affitti incentivati a L’Aquila e provincia...

L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 38/E del 4 aprile ha istituito i due codici per la cedolare secca sugli affitti incentivati a L’Aquila e provincia.

La cedolare secca del 20% introdotta in via sperimentale in Abruzzo al fine di stimolare il mercato degli affitti di immobili è opzionale, questo significa che il locatore può decidere di applicarla se la ritiene conveniente nel suo caso oppure di assoggettare i redditi provenienti da locazione alla tassazione ordinaria.


La cedolare secca, tuttavia, può essere eventualmente scelta solo dai locatori che affittano immobili ad uso abitativo ubicati nelle province dell’Aquila. Sono esclusi i contratti tra persone fisiche che agiscono nell’esercizio di impresa, arte o professione.

Per i locatori che intendono usufruire della possibilità di applicare la cedolare secca, dunque, l’Agenzia delle Entrate ha fornito i codici da indicare nella dichiarazione dei redditi conseguiti nell’anno 2010 nella “Sezione Erario”, in particolare nella colonna “importi a debito versati”. Il codice da inserire è “1828” per i contribuenti che versano la sostitutiva dell’Irpef in autonomia e “1616” per i sostituti d’imposta, Caf e professionisti, che trattengono il tributo in base alle informazioni desumibili dai 730 presentati dai propri assistiti.

Rispondi