Codici tributo pagamento Tares

di Stefania Russo Commenta

L'Agenzia delle Entrate con la risoluzione 37/E del 27 maggio 2013 ha istituito i codici tributi per il versamento della Tares...

FRANCE-THEME-RECYCLING

L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 37/E del 27 maggio 2013 ha istituito i codici tributo per il versamento della Tares, la nuova tassa sui rifiuti urbani.

Al riguardo occorre premettere che a partire dal 1° gennaio 2013 spetta ai Comuni decidere se avvalersi di una tassa o di una tariffa, in quanto il comma 29 dell’articolo 14 del Dl 201/2011 riconosce loro la possibilità di applicare una tariffa, avente natura corrispettiva, in sostituzione del tributo.


A fronte di ciò, dunque, l’Agenzia delle Entrate ha istituito due differenti codici tributo, ovvero il codice 3944 per il versamento del tributo e il codice 3950 per il versamento della tariffa.

Questi stessi codici vanno utilizzati anche per regolare la propria posizione a seguito dell’attività di controllo, tuttavia in tal caso occorre utilizzare anche altri codici tributo per il versamento delle penalità previste a secondo del caso specifico, ovvero: 3945 per gli interessi sulla Tares; 3946 per le sanzioni sulla Tares; 3951 per gli interessi sulla tariffa; 3952 per le sanzioni sulla tariffa; 3956 per gli interessi sulla maggiorazione; 3957 per le sanzioni sulla maggiorazione.

Il versamento del tributo, o della tariffa, deve avvenire mediante l’utilizzo del modello F24, indicando i codici tributo nella sezione “Imu e altri tributi locali”. E’ inoltre necessario indicare, nello spazio “codice ente/codice comune”, anche il codice catastale del Comune dove sono situati gli immobili e il numero degli immobili nell’apposito campo. Lo spazio “Ravv.” dovrà essere barrato se il pagamento si riferisce al ravvedimento, mentre nel campo “rateazione/mese rif” dovrà essere riportato il numero della rata e in quello “anno di riferimento” l’anno d’imposta a cui si riferisce il pagamento.

Rispondi