Calcolo detrazioni Irpef lavoro dipendente

di Stefania Russo Commenta

Le detrazioni Irpef da lavoro dipendente consentono a tutti i lavoratori dipendenti di ridurre l'ammontare di Irpef effettivamente pagato..

Le detrazioni Irpef da lavoro dipendente consentono a tutti i lavoratori dipendenti di ridurre l’ammontare di Irpef effettivamente pagato mediante l’applicazione di apposite detrazioni che variano a seconda del reddito e che vanno da un massimo di 1.840 euro fino ad arrivare a zero nel caso in cui il reddito supera i 55.000 euro.

Il calcolo delle detrazioni da lavoro dipendente, tuttavia, come già avviene per la detrazione per il coniuge a carico e per le detrazioni per i figli a carico è piuttosto complicato.


Per rendere la spiegazione più semplice ricorriamo ad un esempio pratico. Supponiamo che un lavoratore abbia un reddito da lavoro dipendente pari a 13.000 euro. In questo caso la detrazione applicabile è pari a 1.338 euro, un importo che deve essere però aumentato mediante un risultato che si ottiene facendo un altro calcolo. Occorre infatti sottrarre il reddito complessivo dal valore fisso di 15.000 euro e moltiplicare il tutto per 7.000 (15.000 meno 13.000 diviso 7.000). Il risultato ottenuto (0,2857) dovrà poi essere moltiplicato per il valore fisso di 502 euro, ottenendo così una detrazione pari a 143,42 euro, che dovrà poi essere sommata alla detrazione base di 1.338 euro, per una detrazione complessiva pari a 1,481 euro.

Nel caso in cui si fosse invece trattato di un reddito compreso tra 23.000 e 28.000 euro, sarebbe stato applicata un’ulteriore detrazione (cosiddetto bonus) di importo variabile tra 10 e 40 euro, introdotto al fine di evitare la maggiore progressività delle aliquote.

Rispondi