Agevolazioni prima casa e trasferimento residenza

di Stefania Russo Commenta

Per poter fruire delle agevolazioni fiscali sull'acquisto della prima casa sono previste alcune condizioni, tra cui figura la necessità che...

Per poter fruire delle agevolazioni fiscali sull’acquisto della prima casa sono previste alcune condizioni, tra cui figura la necessità che l’immobile sia ubicato nel Comune in cui il soggetto acquirente ha al residenza. In caso contrario, per poter usufruire delle agevolazioni fiscali previste è necessario che il soggetto trasferisca la sua residenza nel Comune in cui è ubicato l’immobile entro e non oltre diciotto mesi dall’acquisto della casa.

RIDUZIONE DEDUZIONE IRPEF PRIMA CASA

Ma a partire da quale momento iniziano a decorrere i diciotto mesi entro cui il soggetto non ancora residente nel Comune in cui è ubicato l’immobile deve provvedere ad effettuare il trasferimento? E quando si considera effettuato il trasferimento?

REQUISITI AGEVOLAZIONE PRIMA CASA

Per quanto riguarda il primo quesito, è bene anzitutto chiarire che per poter usufruire delle agevolazioni fiscali sulla prima casa il soggetto deve necessariamente dichiarare di voler trasferire la residenza nel Comune in cui è ubicato l’immobile entro il suddetto termine. Questa dichiarazione di impegno, quindi, deve necessariamente figurare nell’atto di acquisto, pena la perdita dell’agevolazione. Detto questo, dunque, i diciotto mesi iniziano a decorrere a partire dalla data di stipula dell’atto.

Per quanto riguarda invece il momento in cui si considera effettuato il trasferimento, la circolare n. 38/2005 dell’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il cambio di residenza si considera avvenuto nella stessa data in cui l’interessato rende al Comune la dichiarazione di trasferimento.

Rispondi