Agevolazioni fiscali acquisto prima casa 2012

di Stefania Russo Commenta

In caso di acquisto della prima casa mediante un mutuo ipotecario sono previste diverse agevolazioni fiscali...

In caso di acquisto della prima casa mediante un mutuo ipotecario sono previste diverse agevolazioni fiscali.

Per poter usufruire di tali agevolazioni è necessario che l’immobile oggetto dell’acquisto siano destinato a diventare l’abitazione principale dell’acquirente, inoltre è necessario che tale immobile, anche se qualificabile come prima casa, non rientri dal punto di vista catastale nella categoria degli immobili di lusso, ossia non venga identificato con la categoria A/10.

IMPOSTE ACQUISTO IMMOBILE

E’ inoltre necessario che nello stesso atto di acquisto l’acquirente renda una dichiarazione con la quale dichiari che l’immobile è ubicato nel comune in cui risiede o in cui intende traferire la propria residenza entro diciotto mesi dall’acquisto. Al momento della stipula dell’atto, inoltre, l’acquirente deve rendere una dichiarazione al notaio in cui dichiara sia di essere residente o di voler stabilire la sua residenza nel comune in cui è ubicato l’immobile oggetto dell’acquisto entro i successivi 18 mesi, sia di non essere titolare di altro diritto reale, né esclusivo né in comunione con altri, su altra abitazione acquistata già usufruendo del beneficio fiscale prima casa.

IMU SU ABITAZIONE PRINCIPALE DA GENNAIO 2012

Per accedere alle agevolazioni fiscali sulla prima casa è inoltre necessario non essere titolari di diritti di uso, usufrutto, abitazione o proprietà su altri immobili siti nello stesso comune né a titolo esclusivo né in comunione con altri soggetti.

Le agevolazioni fiscali riconosciute ai soggetti che acquistano una prima casa mediante un mutuo ipotecario e che sono in possesso dei requisiti sopra descritti consistono: in una riduzione dell’imposta di registro del 3% anziché del 7%: nella applicazione dell’aliquota Iva del 4% anziché del 10%; nella applicazione delle imposte ipotecaria e catastale in misura fissa di 168 euro anziché del 2% e dell’1%; nella possibile detrazione degli interessi passivi sul mutuo.

Rispondi