Energia fotovoltaica lontana dalla grid parity

di Vito Verna Commenta

Sovvenzioni statali che, però, potrebbero già da quest'anno non bastare in considerazione del fatto che il Quinto Conto Energia, attivato solamente a fine agosto, sarebbe già in dirittura d'arrivo.

Energia fotovoltaica lontana dalla grid parity

Con i termini grid parity, che in italiano potremmo tradurre come punto di pareggio, si intende solitamente indicare quel particolarissimo momento storico, solitamente di effimera durata, caratterizzato dalla precisa coincidenza tra il costo di produzione di un chilowattora di energia elettrica ricavata da fonti tradizionali e il costo di produzione di un chilowattora di energia elettrica ricavata da fonti non tradizionali.

CONTESTARE UNA BOLLETTA ERRATA

E in Italia, per lo meno per quanto riguarderebbe l’energia fotovoltaica, quel particolare momento storico su indicato, sarebbe ancora di la da venire e, forse per molti altri anni ancora, il settore, per espandersi e prosperare anche e soprattutto tra i cittadini più scettici e la popolazione più dubbiosa, non potrà che contare sulle sovvenzioni statali.

INCENTIVI GASOLIO PER COLTIVAZIONE IN SERRA

Sovvenzioni statali che, però, potrebbero già da quest’anno non bastare  in considerazione del fatto che il Quinto Conto Energia, attivato solamente a fine agosto, sarebbe già in dirittura d’arrivo.

BONUS FISCALE BENZINAI DAL 2012

Ideato per aiutare i cittadini italiani a sostenere la spesa per il fotovoltaico per i prossimi sei semestri, ovverosia sino a fine giugno 2015, potrebbe in realtà resistere solamente sino alla fine del 2013.

A denunciare questo stato delle cose Alessandro Cremonesi, presidente del Comitato Industrie Fotovoltaico Italiane, che, in occasione dell’apertura della fiera ZeroEmission Rome, che dal 2006 si terrebbe in questo periodo dell’anno presso la Fiera di Roma e costituirebbe uno dei più importanti eventi italiani per la promozione dell’energia elettrica pulita, avrebbe dichiarato che: “non raggiungere la grid parity, a fronte dell’esaurimento degli incentivi statali, significherebbe arrivare ad una paralisi del settore fotovoltaico, mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro”.

Rispondi