Dettagli versamento tassa annuale vidimazione libri contabili

di Vito Verna Commenta

Scadrà venerdì 16 marzo 2012, come forse qualcuno già saprà, la possibilità di effettuare l'adeguato versamento, mediante modello F24, della tassa annuale sulla vidimazione dei libri contabili relativi all'esercizio d'impresa 2011

 

Scadrà venerdì 16 marzo 2012, come forse qualcuno già saprà, la possibilità di effettuare l’adeguato versamento, mediante modello F24, della tassa annuale sulla vidimazione dei libri contabili relativi all’esercizio d’impresa 2011.

AGEVOLAZIONI FISCALI DECRETO LIBERALIZZAZIONI

Il tributo in questione, facente parte della vasta categoria delle Tasse di Concessioni Governative, altrimenti dette TCG, ricordiamo essere interamente deducibile nonché obbligatorio per tutti i seguenti soggetti giuridici:

– SPA

– SRL

– SAPA

– SCRL

– aziende speciali e consorzi tra enti territoriali

– società in liquidazione ordinaria;

– società sottoposte a procedure concorsuali

ESTENSIONE PAGAMENTO TARES ALLE CASE FANTASMA

Relativamente al 2012, così com’è noto, la somma dovuta in quanto Tassa di Concessione Governativa sarà equivalente a 309,87 euro per tutte le società il cui bilancio consolidato al 1° gennaio 2011 risulti inferiore a euro 516.456,90 mentre crescerà, sino a quota 516,46 euro, nel caso in cui il bilancio consolidato dell’azienda al 1° gennaio 2011 risulti superiore a euro 516.456,90.

DOWNLOAD MODELLO UNICO PF, SP, SC, E CONSOLIDATO 2012

Per effettuare il dovuto versamento nelle casse dello Stato, entro e non oltre i termini previsti dalla legge, basterà semplicemente compilare un modello F24, disponibile anche online sul sito dell’Agenzia delle Entrate all’indirizzo internet agenziaentrate.it, ricordandosi di indicare, quale codice tributo, il codice 7085 e, quale anno di riferimento, l’anno 2012.

Chiunque non rispetterà le succitate indicazioni, stando alla normativa vigente in materia di riscossione dei tributi, potrà incorrere in un ravvedimento operoso o in altra pena sanzionatoria equivalente a non più del 30% dell’importo inizialmente dovuto.

Rispondi