Contestazione fattura

di Stefania Russo 3

Pagare una fattura non è mai piacevole, specie se l'importo riportato risulta superiore rispetto a quello che ci aspettavamo...

Pagare una fattura non è mai piacevole, specie se l’importo riportato risulta superiore rispetto a quello che ci aspettavamo.

I motivi possono essere vari, l’ipotesi più frequente riguarda il caso in cui il cliente non si è preoccupato di chiedere un preventivo per avere un’idea di quanto sarebbe costata la prestazione, ma non mancano altre ipotesi. Ad esempio può accadere anche che il soggetto che ha emesso fattura per la prestazione o il servizio reso non abbia rispettato il preventivo in quanto ha dovuto incrementare l’importo per via di servizi o prestazioni accessorie che si sono rese indispensabili.


In queste e in tante altre ipotesi, il cliente che si ritrova a dover pagare una fattura troppo salata può inviare al soggetto che l’ha emessa una lettera tramite la quale contesta l’importo in essa riportato. In questo modo si può cercare di arrivare ad una soluzione prima di agire per vie legali. Di seguito un esempio di lettera di contestazione di una fattura.


FAC SIMILE CONTESTAZIONE FATTURA

RACCOMANDATA A.R.

Mittente

Via

Cap Città

Codice fiscale

Spett. …

Via

Cap Città

Codice fiscale

Partita Iva

Oggetto: contestazione fattura n. del …

Spett…
con la presente intendo contestare l’importo da lei richiestomi tramite fattura n. … di euro … emessa in data … inerente all’incarico me da affidatoLe in data … e avente ad oggetto … (indicare il tipo di prestazione ricevuta), in quanto l’importo richiesto non risulta conforme a quello indicato nel preventivo da Lei fornito in data …
oppure
in quanto l’importo richiesto non risulta conforme a quello precedentemente concordato
oppure
in quanto l’importo richiesto risulta ingiustificato in considerazione dell’attività da Lei svolta
oppure
in quanto l’importo richiesto risulta ingiustificato in considerazione del tempo da Lei impiegato
oppure
in quanto non compare il dettaglio delle singole prestazioni svolte.

Le chiedo pertanto di fornirmi al più presto dei chiarimenti, in caso contrario mi riservo la facoltà di agire per vie legali.

Distinti saluti

Firma

Commenti (3)

  1. Salve, a mio modo di vedere sono stato vittima di una rapina.
    Ho un locale di ristorazione ed avendo problemi di malfunzionamento ad un condizionatore , mi sono rivolto ad un centro assistenza tecnica.
    Sono venute due persone ed hanno eseguito la riparazione che consisteva nella sostituzione di un dado raccordo , e nella ricarica del gas refrigerante.
    A fine lavoro la parcella è stata di €. 180,00 , con una fattura che recita:
    DIRITTO FISSO DI CHIAMATA €. 42,00
    MANODOPERA TECNICO h 1,25 €. 26,875
    MANODOPERA AIUTANTE h 1,25 €. 24,375
    CARICA GAS REFRIGERANTE kg 2 €. 56,75
    il tutto + i.v.a.
    Aldilà del fatto che sulla scheda intervento è stato registrato un tempo di lavoro di h 1,15 ,ma è mai possibile che una ricarica gas , corredata dalla sostituzione di due dadi raccordo possa costare tanto?
    Grazie

  2. non sarà per caso una ditta di Piacenza ?

  3. @massimo orsi: ciao massimo io sono un tecnico e faccio interventi del genere ma quando compilo il mio foglio specifico tutto esempio
    Chiamata 35€
    Ore lavoro 25 € per tempo impiegato e si arrotonda se il lavoro e minore ad 1 ora
    e le frazioni si contano a15 minuti
    E i materiali di consumo più iva
    Per una ricarica si chiedono all’incirca 80€ più il gas che e necessario circa 10€ per 100g
    Per la riparazione con carica completa e prova vuoto 150€

Rispondi