Certificato energetico vendita o locazione immobile

di Stefania Russo Commenta

I proprietari di immobili che intendono venderlo o concederlo in locazione sono obbligati per legge (Dlgs 28/2011)...

I proprietari di immobili che intendono venderlo o concederlo in locazione sono obbligati per legge (Dlgs 28/2011) ad essere muniti del certificato energetico riguardante l’immobile stesso.

In caso di compravendita dell’immobile, inoltre, il sopra citato Decreto legislativo prevede non solo l’obbligo di possesso del certificato energetico ma anche l’obbligo di indicare la classe energetica dell’immobile stesso negli annunci pubblicitari cartacei, televisivi o su internet, così come pure sugli eventuali cartelli “vendesi”.

CALCOLO IMU

Tali obblighi sono in vigore dal 1° gennaio 2012, in caso di inadempimento verranno applicate delle sanzioni il cui ammontare varia da regione a regione. Nel caso della regione Lombardia, ad esempio, è stato stabilito che l’ammontare di tale sanzione non potrà superare i 5.000 euro.

AGEVOLAZIONI FISCALI ACQUISTO PRIMA CASA

Per quanto riguarda il costo di tale certificato, essendo rilasciato da società private si tratta di prezzi che variano oltre che da regione a regione anche da società a società. In base ad una prima stima per un appartamento situato in una grande città di circa 65 mq il costo si aggira intorno ai 200-250 euro. La spesa non è eccessiva se si considera che tale certificato ha una valenza decennale.

Secondo gli esperti questa nuova normativa inciderà non poco sull’andamento dei prezzi del mercato immobiliare, dal momento che la categoria energetica di un immobile influenzerà nettamente il suo valore. Ne deriva quindi che saranno penalizzati gli immobili piuttosto datati e saranno invece privilegiati quelli coibentati e dotati di impianti di produzione di energia efficienti e meno dispendiosi.

Rispondi