Calcolare e pagare IMU immobili fantasma

di Vito Verna Commenta

Ebbene quest'ultima, come dichiarato dall'Agenzia del Territorio del Ministero dell'Economia e delle Finanze, sarebbe stata attribuita d'ufficio nonché notificata a tutti i cittadini italiani mediante pubblicazione sull'Albo pretorio dei Comuni.

Calcolare e pagare IMU immobili fantasma

A ormai pochissimi giorni dalla definitiva introduzione dell’Imposta Municipale Unica, la cui prima rata, a mo’ d’acconto, dovrà venir versata da tutti gli italiani proprietari di uno o più immobili entro e non oltre sabato 6 giugno 2012, sono ancora molti gli italiani che, su internet piuttosto che presso i Centri Autorizzati di Assistenza Fiscale, i sindacati ed i commercialisti, chiedono delucidazioni in merito alla nuova imposta che, come certamente saprete, andrebbe a sostituire la vecchia, e che avremmo sinceramente creduto definitivamente dimenticata, Imposta Comunale sugli Immobili.

PAGARE L’IMU CON IL MODELLO F24 SEMPLIFICATO

Le domande più pressanti, in particolar modo, riguarderebbero il comportamento da adottare in caso di immobili, fabbricati, case e ville fantasma che, come forse saprete, sarebbe quelle costruzioni e quegli edifici ancora oggi completamente sconosciuti al catasto o sui quali sarebbero stati effettuati interventi mai correttamente dichiarati.

AGEVOLAZIONI IMU 2012 PER TIPOLOGIA DI IMMOBILE

Eppure, come recentemente comunicato dai quotidiani nazionali nonché dai più specializzati giornali e blog online, calcolare e pagare l’Imposta Municipale Unica sugli immobili fantasma non potrebbe davvero essere più semplice poiché, una volta individuata la rendita catastale, si potrebbe procedere al classico calcolo che comunemente si effettuerebbe per la definizione dell’IMU in carico ai proprietari di uno o più immobili regolarmente registrati.

DOWNLOAD MODELLO F24 EP

Resterebbe ora soltanto da capire, come ci si potrebbe immaginare, come scoprire la rendita catastale del proprio immobile fantasma.

Ebbene quest’ultima, come dichiarato dall’Agenzia del Territorio del Ministero dell’Economia e delle Finanze, sarebbe stata attribuita d’ufficio nonché notificata a tutti i cittadini italiani mediante pubblicazione sull’Albo pretorio dei Comuni.

Il Governo Monti, per non attirarsi le ire di quanti si troveranno a pagare molto più del dovuto, avrebbe già confermato sia la possibilità di ottenere un adeguato rimborso, in seguito ad accertamento giudicato positivo e comprovante l’eccessivo esborso sostenuto dal cittadino, sia la possibilità di presentare ricorso con l’erronea attribuita rendita catastale entro e non oltre lunedì 2 luglio 2012.

Rispondi