Rifiuti organici pericolosi, producono gas metano

di Giuseppe Aymerich Commenta

La Commissione Europea ha inviato una comunicazione a tutti i governi degli Stati aderenti..

La Commissione Europea ha inviato una comunicazione a tutti i governi degli Stati aderenti. Il tema messo in evidenza è quello della raccolta e del trattamento dei rifiuti di natura organica: per lo più, si tratta degli avanzi alimentari delle famiglie e del fogliame derivante dalle attività di giardinaggio.

Qual è il concetto richiamato? I rifiuti organici (o “umidi”, che dir si voglia) possono creare problemi ma anche dare luogo a parecchi benefici. Con la comunicazione, la Commissione vuole incoraggiare i governi ad adottare le misure necessarie per ridurre i primi e sfruttare adeguatamente i secondi. Non si tratta, però, di un’obbligazione: starà ai governi decidere se e con quali modalità rispondere ai dettami della Commissione Europea.


Iniziamo, dunque, dai problemi. Gli abitanti della UE producono ogni anno circa ottantotto milioni di tonnellate di rifiuti umidi; questi, decomponendosi rapidamente, danno luogo a grandi emissioni di gas metano, il che incide pesantemente sull’effetto serra: a parità di dimensioni, gli effetti sono venticinque volte più dannosi rispetto all’anidride carbonica.

Quali sono, invece, i vantaggi da sfruttare? Innanzitutto, questo biogas potrebbe essere raccolto e trasformato in energia elettrica: una fonte rinnovabile facilmente disponibile e non inquinante, che consentirebbe di ridimensionare la dipendenza dai combustibili fossili.

Inoltre, gli stessi rifiuti potrebbero essere “dati in pasto” ai microrganismi anaerobici e creare il compost, ossia un ottimo fertilizzante naturale la cui produzione darebbe un taglio netto ai ben più inquinanti concimi sintetici.


C’è però un punto problematico da segnalare. Tutti gli studi confermano che i rifiuti umidi non sono affatto uguali fra loro, e la loro “qualità”, diciamo così, è molto variabile. Sarebbe dunque utile poterli differenziare non solo dal resto della spazzatura ma anche fra loro; questo, però, costituirebbe per i cittadini un onere difficilmente accettabile.

Rispondi