Ticket sanitario in base al reddito dal 2013

di Stefania Russo Commenta

La manovra Monti salva Italia contiene importanti novità anche sul fronte del ticket sanitario che, a partire da gennaio 2013...

La manovra Monti salva Italia contiene importanti novità anche sul fronte del ticket sanitario che, a partire da gennaio 2013, non sarà più uguale per tutti ma cambierà in base al reddito e alla composizione del nucleo familiare.

Nel calcolo del ticket sanitario da pagare, infatti, si terrà in considerazione non solo l’ammontare reddito ma anche l’eventuale presenza all’interno del nucleo familiare di persone anziane o disabili.

ESENZIONE TICKET SANITARIO DOPO MANOVRA FINANZIARIA 2011

L’obiettivo di questa nuova modalità di calcolo del ticket sanitario, ha spiegato il ministro della Salute Renato Balduzzi, è quello di trovare un equilibrio tra utilità ed economicità della prestazione, in modo tale da mantenere la qualità dell’assistenza ma al tempo stesso consentire allo Stato di risparmiare sulle prestazioni che risultano inutili.

DETRAZIONE FISCALE TICKET RICETTE MEDICHE

Secondo le prime stime, infatti, l’introduzione del nuovo metodo di calcolo e il cambiamento del sistema ad oggi applicato per riconoscere l’eventuale esenzione dal pagamento del ticket consentirà allo Stato di risparmiare ben 8 miliardi di euro in soli due anni.

Oltre al costo del ticket, infatti, le modifiche introdotte dalla manovra prevedono che verranno calcolate in base al reddito e alla composizione del nucleo familiare anche le esenzioni del ticket rilasciate per patologie.

In merito all’elenco dei livelli essenziali di assistenza, il ministro Balduzzi ha spiegato che l’attuale lista comprende seimila cure. L’obiettivo è quello di utilizzare il criterio dell’appropriatezza per eliminare quelle oramai obsolete, facendo entrare al contempo nuove cure per le malattie rare, la tutela della disabilità e l’epidurale.

Rispondi