Nuove regole pignoramenti Equitalia

di Vito Verna 2

Grazie al decreto liberalizzazioni del Governo Monti Equitalia diventerà meno dura nei confronti dei contribuenti maggiormente onesti.

Le agevolazioni fiscali del decreto semplificazioni, delle quali abbiamo avuto modo di interessarci approfonditamente nel corso degli scorsi giorni, non saranno le uniche novità che il succitato decreto, in discussione in Consiglio dei Ministri in data 24 febbraio 2012, introdurrà per alleggerire il carico fiscale dei contribuenti.

AIUTI ALLE IMPRESE INDEBITATE CON EQUITALIA

Numerose novità, infatti, sono attese anche nei settori del recupero e della riscossione dei crediti e dei tributi dovuti dai contribuenti a causa della trasformazione che Equitalia, per propria stessa volontà, intenderebbe subire allo scopo di migliorare i tesissimi rapporti con la popolazione italiana.

TASSE ARRETRATE CON EQUITALIA

Scopo, dichiarato, delle modifiche al decreto semplificazioni proposte direttamente da Equitalia, è quello di inasprire le pene nei confronti dei grandi evasori piuttosto che degli evasori ricorrenti, grazie ad una lotta all’evasione fiscale che renderà obbligatoria la compilazione, quanto più veritiera possibile, degli studi di settore (pena l’inserimento del proprio nominativo, in modo del tutto automatico, tra quelli dei contribuenti da sottoporre ai più approfonditi accertamenti analitici-induttivi), favorendo in tal modo coloro i quali, pizzicati dalle forze dell’ordine, starebbero facendo il possibile per rientrare del proprio debito.

RISCOSSIONI EQUITALIA PIU’ SEMPLICI

All’ordine del giorno, in particolare, vi sarebbe il più che probabile cambiamento delle regole sui pignoramenti che, per lo meno nelle intenzioni del legislatore, dovrebbero rendere maggiormente accettabile e decisamente meno amara l’opera degli agenti di riscossione consentendo, in base alle esigenze del contribuente, la riduzione del pignoramento dello stipendio sino ad 1/10 dell’importo mensile piuttosto che la nomina a custode giudiziario del proprietario dei beni strumentali pignorati.

Commenti (2)

  1. Casi EQUITALIA, Come cittadino Italiano ritengo giusto pagare le tasse,compreso interessi per la dilazione concessa. RITENGO COMUNQUE ALTRETTANTO ERRATO CHE PER QUALSIASI MOTIVO UN CITTADINI ABBIA PROBLEMI FINANZIARI, O UNA DIMENTICANZA L’IMPORTO RICHIESTO DEBBA AUMENTARE DEL 120%, PERTANTO SI PUO’ DEFINIRE PEGGIO DEGLI STROZZINI

  2. adesso che molte ,tantissime aziende chiudono ,forse ci si rende veramente conto che ,non é vero che tutti gli imprenditori frodavano il fisco ,ma forse é esattamente l incontrario .forse è lo stato che froda ai medi e piccoli imprenditori senza lacsiare una minima possibilità di sopravivenza .auguri a tutti con la speranza che almeno i suicidi finiscano e un grazie di cuore allo stato per come ci à ridotti….

Rispondi