Nuove cartelle esattoriali Equitalia

di Vito Verna Commenta

A partire dal primo giorno di agosto 2012 entrerà in vigore un nuovo modello di cartella esattoriale che, tra le altre cose, obbligherebbe Equitalia ad indicare, in maniera quanto mai precisa e puntuale, l'ente creditore che avrebbe chiesto l'aiuto della su indicata agenzia di recupero credito per la riscossione del proprio denaro.

Nuove cartelle esattoriali Equitalia

Importanti sono le novità che il Ministero dell’Economia e delle Finanze, mediante il tramite dell’Agenzia delle Entrate che, sul delicato argomento, avrebbe recentemente, ed in particolar modo in data mercoledì 18 luglio 2012, avrebbe emanato un apposito provvedimento, avrebbe introdotto nell’ordinamento italiano in merito alla riscossione dei crediti da parte dell’unica agenzia di recupero crediti dello Stato Italiano ovverosia, come ormai sin troppo noto, Equitalia.

NOVITA’ RATEIZZAZIONE EQUITALIA

Grazie a questo specifico provvedimento, stando a quanto riportato sul sito stesso dell’Agenzia delle Entrate nonché, naturalmente, di Equitalia, gli interessi di mora, eventualmente dovuti dal debitore nel caso in cui quest’ultimo non riesca a saldare la propria posizione finanziaria entro 2 mesi (ovverosia 60 giorni) dalla consegna della cartella esattoriale da parte della su indicata agenzia di recupero crediti, verranno notevolmente ridotti e, dall’attuale valore, equivalente al 5,0243%, passeranno al 4,5504% su base annua così come stabilito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze sulla base della media dei tassi attivi che la Banca d’Italia avrebbe calcolato nel periodo di tempo compreso tra il primo giorno di gennaio e l’ultimo giorno di dicembre del 2011.

AIUTI ALLE IMPRESE INDEBITATE CON EQUITALIA

Inoltre, come specificato nella sezione denominata “Tutto sulla cartella” del sito internet ufficiale di Equitalia, a partire dal primo giorno di agosto 2012 entrerà in vigore un nuovo modello di cartella esattoriale, gratuitamente visionabile, consultabile e scaricabile, che, tra le altre cose, obbligherebbe Equitalia ad indicare, in maniera quanto mai precisa e puntuale, l’ente creditore che avrebbe chiesto l’aiuto della su indicata agenzia di recupero credito per la riscossione del proprio denaro.

NUOVE REGOLE PIGNORAMENTI EQUITALIA

Rispondi