Governo approva delle semplificazioni a costo zero

di Fabrizio Martini Commenta

Il ddl semplificazioni introduce una serie di facilitazioni per i cittadini e le imprese a costo zero che saranno immediatamente operative.

impresa familiare

Grazie all’approvazione del decreto del Fare e del ddl sulle semplificazioni da parte del Governo Letta, vengono introdotte alcune facilitazioni molto interessanti per tutti i cittadini. Alcune di queste manovre sono a costo zero, in un momento di estrema attenzione per i conti pubblici, ma portano delle grandi facilitazioni dal punto di vista burocratico e tecnico. Sono molte le novità del decreto sulle semplificazioni, oltre alle misure del decreto del Fare su Equitalia e crescita.

Una nuova misura prevede il rilascio, su richiesta del cittadino interessato dei titoli di studio in lingua inglese. Una facilitazione molto importante in modo che i nostri diplomi e lauree possano essere utilizzati all’estero senza la necessità di essere sottoposti a costose traduzioni asseverate.

Sono stati inoltre accorpati gli adempimenti relativi al cambio di residenza e al pagamento della Tares.  Saranno ulteriormente semplificate dal Governo le comunicazioni al Pubblico registro automobilistico (Pra). Non sarà quindi più necessario comunicare al Pra le perdite di possesso per furto ed i cambi di residenza, che verranno acquisiti direttamente d’ufficio mediante l’utilizzo dei database informatici.

Le manovre del Governo porranno anche la fine alle intestazioni fittizie dei veicoli, perché sarà adesso obbligatorio produrre l’atto sottoscritto non solo dal venditore ma anche dall’acquirente per procedere quindi al passaggio di proprietà. Ogni variazione riguardante la proprietà del veicolo verrà immediatamente e gratuitamente comunicata dal Pra all’interessato attraverso il sistema email oppure attraverso un sms sul cellulare.

Previste anche una serie di semplificazioni per le imprese da parte del disegno di legge sulle semplificazione che introduce la figura di un tutor per le aziende. Questa figura seguirà passo passo l’azienda nella sua attività, dall’inizio, cioè dal momento della richiesta di apertura, alla conclusione dei procedimenti. Il tutor informerà gli imprenditori sulle normative applicabili e su tutti gli adempimenti di legge necessari per l’esercizio dell’attività produttiva.

Per quanto riguarda l’edilizia viene semplificata la realizzazione di varianti ai permessi di costruire che non rappresentano variazioni essenziali, incorporando questi interventi a quelli per cui è richiesta la Scia.

Rispondi