Aiuti alle imprese indebitate con Equitalia

di Lucia Guglielmi Commenta

Le iscrizioni ipotecarie rischiano di bloccare l’attività dell’impresa indebitata con Equitalia con il serio e grave rischio di chiudere i battenti.

Dare ossigeno alle imprese sarde attraverso un alleggerimento del sistema della riscossione. E’ questo nella Regione Sardegna l’obiettivo dell’Amministrazione che al riguardo ha già avviato delle azioni importanti in accordo con quanto messo in evidenza nei giorni scorsi da Giorgio La Spisa, Assessore regionale alla Programmazione, e dal Governatore Ugo Cappellacci.

In merito sono tra l’altro giunte importanti novità da parte del Governo centrale con l’ultimissimo provvedimento adottato dal Consiglio dei Ministri presieduto dal Premier e senatore a vita Mario Monti. All’interno del pacchetto sulle liberalizzazioni, infatti, è previsto che sull’impresa indebitata con Equitalia non ricadano iscrizioni ipotecarie nei casi di dilazione dei pagamenti a meno che il soggetto non sia moroso nel pagamento di due rate consecutive.



ACCERTAMENTO ESECUTIVO SULLE IMPOSTE

A fronte della pretesa tributaria, infatti, le iscrizioni ipotecarie rischiano di bloccare l’attività dell’impresa indebitata con Equitalia con il serio e grave rischio di chiudere i battenti e, di conseguenza, di generare anche effetti fortemente negativi sull’occupazione. E così, nel rispetto delle norme vigenti, in Sardegna l’Amministrazione regionale si sta adoperando a 360 grandi attraverso la messa a punto di un disegno di legge che, in particolare, assicuri che la riscossione dei tributi possa avvenire anche in forma compartecipata.

TASSE ARRETRATE CON EQUITALIA

Inoltre, la Regione Sardegna sta nel contempo programmando ulteriori iniziative per cui, andando a perfezionare le misure esistenti, venga garantito l’accesso per le PMI sarde a strumenti di finanziamento che offrano quella boccata d’ossigeno tale da proseguire l’attività ed uscire dalle temporanee situazioni di difficoltà.

Rispondi