Domanda record per il cotone

di Giuseppe Aymerich Commenta

I produttori mondiali di cotone stanno vivendo un momento straordinario e forse irripetibile..

I produttori mondiali di cotone stanno vivendo un momento straordinario e forse irripetibile: il loro tessuto, infatti, si vende ormai a prezzi inauditi, per la concomitanza di diversi fattori.

Basti dire che i relativi titoli futures hanno ormai raggiunto i 95 centesimi di dollaro a libbra (il massimo degli ultimi quindici anni), con un rincaro del 52,8% nell’ultimo anno.


Quali sono i fattori che sono intervenuti in questo mercato? In primo luogo, abbiamo l’esplosione della domanda. In particolare, è la solita Cina a fare la parte del leone: il 40% della domanda mondiale della materia prima proviene dalle aziende tessili locali.

In secondo luogo, abbiamo le catastrofi ambientali che hanno afflitto il Pakistan, uno fra i maggiori produttori del mondo, e che hanno abbattuto in pochi giorni buona parte della produzione locale: un disastro dal quale occorreranno diversi anni prima di riprendersi del tutto.

Così, i principali altri produttori del mondo (Stati Uniti, India, Uzbekistan…) hanno visto improvvisamente incrementarsi le richieste. La crescita della domanda ha spinto i produttori a cercare di aumentare l’offerta, ma ovviamente la risposta non può essere immediata: cosicché, i prezzi hanno preso a volare giorno dopo giorno.


E se è vero che per i produttori è un momento d’oro, è pur vero che sorgono legittime preoccupazioni. Si stima, infatti, che anche portando a regime la massima offerta disponibile, sarà difficile far fronte ad una domanda soggetta ad incessante crescita.
Le scorte stanno infatti andando esaurendosi un po’ ovunque, e ricostituirle sarà tutt’altro che facile.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Rispondi