Operazioni con parti correlate

di Giuseppe Aymerich Commenta

Oltre agli accordi fuori bilancio, le note integrative riferite all’esercizio 2009 dovranno per la prima volta includere anche le informazioni rilevanti sulle operazioni con parti correlate..

Oltre agli accordi fuori bilancio, le note integrative riferite all’esercizio 2009 dovranno per la prima volta includere anche le informazioni rilevanti sulle operazioni con parti correlate.

Precisiamo subito che, per “parte correlata”, si fa riferimento alla definizione adottata in sede comunitaria.


Pertanto, rispetto alla società che redige il bilancio, sono parti correlate: chi la controlla, direttamente o indirettamente; chi ne è controllato o collegato; chi è soggetto ad un comune controllo (le consociate di un medesimo gruppo aziendale); chi detiene una partecipazione tale da esercitare un’influenza notevole all’interno dell’assemblea dei soci; chi amministra o ha un rilevante ruolo dirigenziale, o è un congiunto di qualcuno di costoro; le società amministrate, controllate o soggette ad influenza notevole delle persone di cui al punto precedente; le joint venture di cui la società è compartecipante; ulteriori ipotesi minori.

Le operazioni di cui parliamo possono essere di ogni genere: compravendite, leasing, trasferimento di know-how e personale, finanziamenti, garanzie prestate e ricevute e così via. Non tutte le operazioni con parti correlate, comunque, devono essere indicate in nota integrativa: com’è facile immaginare, nei maggiori gruppi anche soltanto i rapporti fra controllante e controllata sono intensi e quotidiani.

Quelle che occorre mettere in luce, infatti, sono soltanto le operazioni che presentano congiuntamente due requisiti: devono essere rilevanti e concluse a condizioni anomale rispetto alle ordinarie transazioni di mercato. Ovviamente, i concetti di “rilevanza” e “normalità” sono lasciati alla discrezione dei redattori del bilancio e di chi dovrà verificarlo.


È consentito aggregare le operazioni omogenee con una medesima parte correlata, a meno che elencarle separatamente non sia indispensabile ai fini della chiarezza e della trasparenza.
Nei bilanci abbreviati, infine, è consentito descrivere soltanto le principali operazioni condotte con i maggiori soci e con gli amministratori.

Rispondi