Domande entro il 20 ottobre 2016 per rateizzare i debiti con Equitalia

di Alba D'Alberto Commenta

Non capita a tutti ma capita a tanti di contrarre debiti con Equitalia. Come si può pagare questa multa se non si avevano i soldi per pagare nei termini anche il debito sul quale la multa è stata costruita? Senza perdere tempo in chiacchiere, entro il 20 ottobre si può fare la domanda di rateizzazione. I consigli di Adiconsum.

Adiconsum, nel fornire indicazioni a tutti coloro che hanno contratto debiti con Equitalia e nell’offrire assistenza ai consumatori, spiega come fare per essere riammessi o ammessi alla rateizzazione dei debiti.

DDL annullamento cartelle Equitalia in discussione al Senato

Se sei tra coloro che avevano usufruito di una rateizzazione, ma che poi era decaduto da tale beneficio per il mancato pagamento di alcune rate entro il 30 giugno scorso, sappi che puoi nuovamente chiedere la dilazione delle somme non versate, ai sensi della legge 160/2016.

Cosa fare per essere riammesso alla rateizzazione

  • Compila il Modulo RR1 entro e non oltre giovedì 20 ottobre 2016

Durata della nuova rateizzazione

  • Non più di 72 rate. Se la precedente rateizzazione prevedeva più di 72 rate, il numero di nuove rate che ti sarà concesso non può essere superiore a quelle approvate in precedenza.

Decadenza dalla rateizzazione

Se non paghi 2 rate anche non consecutive del nuovo piano di rateizzazione

ATTENZIONE:

1.   Le rate scadute del precedente piano di rateizzazione devono essere state pagate al momento della domanda

2.   Fino alla presentazione della domanda, Equitalia ha facoltà comunque di attivare le procedure per il recupero del credito vantato.

Oltre a queste indicazioni c’è anche la proposta di assistenza diretta fatta dall’associazione di consumatori. In fondo ci si può sempre rivolgere al Fondo di prevenzione del sovraindebitamento e dell’usura
gestito da Adiconsum, per conto del ministero dell’Economia.

Rispondi