Apple Pay, da oggi anche in Italia

di Fabiana Commenta

Apple Pay sbarca anche in Italia: è attivo da oggi il sistema di pagamento disponibile su iPhone e lanciato dall’azienda di Cupertino nel 2014. In pratica con il nuovo servizio sarà possibiile pagare le spese direttamente con il proprio iPhone. Una rivoluzione che investe anche l’Italia che diventa il 16esimo paese che consente all’iPhone di trasformarsi in una sorta ‘carta di credito’. 

apple pay

Ma come funziona effettivamente Apple Pay? Può essere utilizzato sul web o per le app, ma potrà essere utilizzato anche come sistema di pagamento per i negozi “fisici” visto che in sostanza si tratta di una carta di credito che viene supportata dal circuito Visa e Mastercard se collegate a Unicredit, Carrefour Bank, Mediolanum e American Express. Anche Carrefour Italia aderisce ad Apple Pay e di certo, entro la fine dell’anno si aggiungeranno altri circuiti anche il sistema di pagamento di Cupertino è attivo dall’iPhone 6 in su, ma anche su Apple Watch. Per pagare con Apple Pay è necessaria la presenza di dispositivi contactless.

APPLE PAY, LE BANCHE COINVOLTE

Vediamo nel dettaglio come funziona il pagamento. Viene utilizzata la tecnologia NFC che consente di appoggiare l’iPhone ai dispositivi POS “contactless”: la sicurezza viene garantita dal Touch ID, il lettore di impronte digitali, o dal codice di sicurezza che viene utilizzato dall’utente.
Per utilizzare il servizio è necessario associare la propria carta all’iPhone per generare un account crittografato, una sorta di chip certificato  che sarà protetto anche in caso di perdita del telefono. Al momento di pagare, il chip fornisce al POS il numero di account e il codice di sicurezza.

Rispondi