Stipendi italiani tra i più bassi dell’Ocse

di Francesco Di Cataldo Commenta

Quanto risulta dai numeri è che gli italiani incassano ogni anno stipendi più bassi di molte nazioni Ocse..

ocse

L’Ocse (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) ha rilasciato i dati relativi agli stipendi medi annuali per i paesi facenti parte.

Quanto risulta dai numeri è che gli italiani incassano ogni anno stipendi più bassi di molte nazioni Ocse. Il salario netto annuale in Italia è pari 21374$ collocandosi al 23esimo posto nella classifica dei 30 paesi membri.


I paesi che si piazzano davanti all’Italia non sono solo Gran Bretagna, Stati Uniti, Germania, Francia ma troviamo anche paesi come Grecia e Spagna.

Il dato è riguardante un lavoratore medio senza carichi di famiglia. Viene calcolato in dollari e a parità di potere d’acquisto.

I lavoratori del nostro paese guadagnano in media il 17% meno che i paesi Ocse.


Incide nettamente su questo numero per gli italiani l’elevato cuneo fiscale, che calcola la differenza fra quanto paga il datore di lavoro e quanto realmente finisce in tasca al lavoratore.

Le tasse e i contributi incidono in maniera determinante, per circa il 46%. L’Italia risulta sesta in questa sotto-classifica dietro a Ungheria, Belgio, Germania, Francia e Austria.

Imposte e versamenti incidono meno su un lavoratore con figli a carico e sposato. Il cuneo passa al 36% e l’Italia passa all‘11esimo posto della classifica.

Concludendo, un italiano in media guadagna il 44% in meno di un inglese, il 32% in meno di un irlandese, il 28% in meno di un tedesco, il 18% in meno di un francese.

Rispondi