I segreti dell’accademia militare

di Giuseppe Aymerich Commenta

Nel nostro Paese esistono in tutto cinque accademie militari..

accademia-militare

Nel nostro Paese esistono in tutto cinque accademie militari: a Bergamo e Castelporziano (RM) per la formazione degli ufficiali della Guardia di Finanza, a Modena per chi farà carriera nell’esercito o nell’Arma dei carabinieri, a Pozzuoli (NA) per chi sogna l’aviazione e, infine, a Livorno c’è l’accademia navale.

Ognuna di queste istituzioni ha stipulato convenzioni con le locali università per la formazione degli ufficiali di carriera: così, chi frequenta l’accademia seguirà uno specialissimo corso di studi in cui affiancherà test di genere fisico e attitudinale a insegnamenti universitari più tradizionali e vicini alle esigenze dei corpi militari.


Così, per fare qualche esempio, le aspiranti fiamme gialle approfondiranno le conoscenze dell’economia e del diritto tributario, i futuri carabinieri diverranno esperti di scienze giuridiche, per esercito, marina e aviazione non mancheranno i periti di medicina e di ingegneria, e così via. E non mancano, ovviamente, gli studi di stampo più mirato, come la strategia militare e la balistica.


L’ingresso in accademia, però, è molto difficile: ogni anno il Ministero della Difesa pubblica un bando di selezione per appena 120-130 posti complessivi, a cui si presentano mediamente intorno agli ottomila candidati.

Per partecipare ai concorsi occorrono fra i 17 e i 22 anni e un diploma di media superiore quinquennale (o quadriennale più un anno integrativo). Naturalmente per l’accesso non esistono più discriminazioni di genere sessuale.

Per superare la selezione non serve solo ottenere risultati ottimali nelle prove scritte, ma anche affrontare adeguati colloqui attitudinali e visite mediche.

Chi ottiene la laurea triennale ottiene il grado di sottotenente, mentre i quinquennali si potranno fregiare del titolo di tenente. In entrambi i casi, si tratta dei primi gradini della carriera che forgerà i futuri generali dei nostri corpi armati.

Rispondi