Andamento delle vendite degli elettrodomestici nel 2011

di Francesco Di Cataldo Commenta

Il settore degli elettrodomestici, che ha conosciuto un boom negli anni passati, sembra avere avuto il suo punto di massimo..

Se qualcuno avesse intenzione di aprire una nuova attività che permetta di realizzare dei buoni profitti per prima cosa è meglio analizzare l’andamento macroscopico del mercato osservando nello specifico l’andamento del singolo settore al quale si nutre interesse.

Il settore degli elettrodomestici, che ha conosciuto un boom negli anni passati, sembra avere avuto il suo punto di massimo e ora pare sia alle prese con una curva discendente.



E’ chiaro che il grande mondo degli elettrodomestici comprende ormai tutto quello che ruota attorno alla vita quotidiana e sarebbe utile andare a settorializzare ulteriormente al fine di ottenere un dato preciso. Secondo la GFK l’andamento delle vendite di TV, Video e Audio nei soli primi 5 mesi del 2011 ha conosciuto una riduzione del 17%, mentre il settore dei grandi elettrodomestici come lavatrici, forni e frigo ha subito una perdita del 6%.

La riduzione delle vendite per le macchine fotografiche è stata del 2%, mentre per telefonini e TLC la perdita è stata dell’1%. Nella parte positiva troviamo i computer con un +2% così come i piccoli elettrodomestici da cucina come frullatori e tostapane, per gli elettrodomestici da toilette come fon e taglia barba la crescita è stata del 3%. Marciano a pieno regime prodotti come smarthphone con un +37%, macchine per il caffè e robot aspirapolvere.

Sempre la GFK ha stimato che il fatturato complessivo dell’intero settore ammonta a 20 miliardi di euro, ma è probabile che entro la fine del 2011 la riduzione possa assestarsi nell’intorno dell’8%.

Rispondi